Assessorato Cultura e Turismo

la Tivoli che non ti aspetti

21
italiano inglese


News ed Eventi


Manifestazione

“LA VIA DELL’ACQUA: TIVOLI E LA VALLE DELL’ANIENE” le Eccellenze e l’Arte della Buona Terra ad Expo 2015

09/11/2015 - 09/11/2015

di Italo Carrarini
La pastorizia, insieme alle attività agricole e silvicole hanno da sempre caratterizzato l’economia e la storia di Tivoli e della Valle dell’Aniene. Una cultura ancora viva e preziosa, costruita su legami sociali che le nuove generazioni hanno ereditato e saputo trasformare in un amorevole connubio fra tradizione e innovazione. La passione per la ricerca dei sapori autentici, difesi oggi come patrimonio immateriale unico ed irripetibile, si traduce nelle sensazioni che proviamo assaporando prodotti tipici e tradizionali di alta qualità provenienti da questo straordinario territorio.

Su invito della Regione Lazio, e al fine di valorizzare il sistema territoriale regionale nell’ambito del progetto “Discover Latium at Expo 2015”, il 12 e il 13 ottobre scorsi il Comune di Tivoli e la X Comunità Montana dell’Aniene sono stati ospiti e protagonisti di un inatteso e sorprendente evento tenutosi all’interno del Padiglione Italia.
Grazie al Protocollo d’Intesa sottoscritto anche da “Tivoli Forma s.r.l.” e dal “Consorzio Turistico Tivoli Incoming” in collaborazione con il Liceo Scientifico “L. Spallanzani” di Tivoli, è stato possibile consolidare intenti, strategie ed obiettivi largamente condivisi, tesi a finalizzare e valorizzare le potenzialità di territori contigui attraverso produzioni agroalimentari di qualità rappresentate da una quarantina di aziende operanti nel distretto Tiburtino-Sublacense.
Piacevolmente introdotta dal Coordinatore del Progetto Expo per la Regione Lazio Quirino Briganti, l’iniziativa: “La Via dell’Acqua: Tivoli e la Valle dell’Aniene” ha consentito di presentare cortometraggi promozionali inediti e di forte impatto emotivo realizzati dalla “Soc. Comunicando Leader” di Guidonia Montecelio. (Per visionarli digitare i link riportati in fondo all’articolo).
Apprezzati dal pubblico presente come viaggio tra le bellezze dei nostri territori, questi filmati realizzati con il drone, aprono alla scoperta di un contesto oggi più che mai consapevole di possedere tutte le potenzialità e le caratteristiche per rispondere alle sfide future sui temi dell’alimentazione esortati da Expo 2015. Il progetto vuole proporre l’inconfondibile fascino di un comprensorio d’arte, cultura, natura, spiritualità e storia ancor poco conosciuto, e concorrere alla costruzione di un’economia più attenta e sensibile all’ambiente, alla tutela del paesaggio agro-silvo-pastorale e alla qualità del cibo che ne deriva.
“Tivoli, in accordo con la X Comunità Montana dell’Aniene” - ha sottolineato l’Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Tivoli Urbano Barberini - ha aderito a questa proposta insieme ad altri Comuni della Valle dell’Aniene arricchendo il Padiglione Italia ad Expo 2015, suscitando grande interesse e riscuotendo molti apprezzamenti. Stiamo lavorando affinché Expo sia solo la prima di una serie di occasioni che ci porteranno a realizzare un sistema turistico-culturale coeso al suo interno e aperto all’internazionalizzazione; per costruire un sistema territoriale capace di mettere in sinergia tutte le nostre capacità a produrre cibo di elevata qualità per noi e per le prossime generazioni. Ciò che stiamo creando è un’offerta che porterà a competere a livelli nazionali e internazionali: ‘Tivoli e la Valle dell’Aniene’ è ormai una realtà che non può più attendere”.
In adesione con quanto esposto dall’Assessore Barberini, il Presidente della X Comunità Montana dell’Aniene Luciano Romanzi ha evidenziato come “la partecipazione congiunta di Tivoli e della Comunità Montana ad Expo 2015 costituisca la premessa per un grande riscatto della nostra Valle dopo anni di straordinarie collaborazioni con i Comuni, con i due Parchi Regionali, con la Provincia di Roma - oggi Città Metropolitana - e con la Regione Lazio che ci ha dato l’opportunità di presentare le peculiarità del nostro territorio nella giusta luce e compiutezza. Ciò che abbiamo costruito e portato a Milano non è frutto di suggestioni estemporanee, ma è il risultato di anni di impegno, di importanti restauri e ristrutturazioni di palazzi storici, di ville imperiali e chiese. Parliamo di investimenti che ci hanno consentito di presentarci a questo appuntamento come ambito territoriale di rilevante attrazione. Il grande traguardo raggiunto è stato quello di sentirci sempre più un “unicum”, grazie anche al significativo sostegno di una Città d'Arte come Tivoli, e alla ormai matura e condivisa consapevolezza di poter generare un circuito virtuoso che incoraggerà la creatività e la cooperazione tra i vari soggetti. Qui non abbiamo voluto presentare il prodotto del singolo Comune, ma i nostri Comuni, con un’offerta unitaria composta da eccellenze enogastronomiche, da paesaggi unici e da tante ricchezze storiche, archeologiche ed architettoniche compiutamente rappresentate nelle nuove proposte editoriali e multimediali. Grazie a questo, tutte le nostre eccellenze si arricchiscono, si intrecciano e si fondono con le testimonianze lasciateci da Orazio, Augusto, Nerone, Traiano e da San Benedetto Patrono d’Europa. A Milano abbiamo potuto raccontare le nostre prerogative: ora è importante fare sistema e creare le migliori premesse per concretizzare le fasi immediatamente successive ad Expo”.
E a proposito del tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” assunto da Expo 2015 come luogo di incontro e di dialogo tra i protagonisti della comunità internazionale in materia di alimentazione, l’intervento di Emanuela Appodia, portavoce degli allevatori e delle aziende agroalimentari proposte dalla X Comunità Montana dell’Aniene, ha voluto rimarcare come “il nostro territorio risenta da sempre dell’influenza coniugante del fiume. Un territorio caratterizzato da un complesso e variegato sistema ecologico che va dai seminativi irrigui di fondovalle, fino alle praterie in altura destinate al pascolo di bovini ed ovini. Da questa complessa biodiversità derivano particolari produzioni che spaziano dagli uliveti ai vigneti, e dagli orti agli allevamenti. I monti Simbruini contribuiscono anche al bilancio attivo di CO2 data la vastità delle superfici ricoperte da boschi e foreste. Da ricordare l’elevata qualità del Cesanese di Affile e di Olevano Romano DOC, dell’Abbacchio Romano IGP, del Carciofo Romanesco IGP e di vari tipi di Fagioli. Le aziende agricole presenti oggi ad Expo rappresentano la tradizione e la continuità nell’innovazione. Sempre più numerose sono quelle a conduzione familiare che vogliono mantenere vive le tradizioni, specialmente quelle dell’allevamento; altre sono di nuova costituzione e sono spesso guidate da donne, grazie anche alle linee di indirizzo dettate dalla Regione Lazio a sostegno dell’imprenditoria femminile. Sotto il patrocinio congiunto del Comune di Tivoli e della X Comunità Montana dell’Aniene, nuovi prodotti, quali la birra artigianale prodotta col luppolo coltivato a Subiaco, e tutti i derivati dei frutti di bosco sono presenti qui a Milano Expo insieme ad altre produzioni della migliore tradizione locale”.
A seguire, il coordinatore delle associazioni e delle aziende agroalimentari operanti nell’area tiburtina, nonché delegato del Sindaco di Tivoli per le Politiche Agricole Daniele De Lellis ha ricordato come “in un momento in cui ha più valore il contenitore che il contenuto, e in un sistema economico che attribuisce sempre più importanza al trasporto che al trasportato, sia doveroso orientare ed accelerare il cammino verso la riscoperta di quelle relazioni fiduciarie che legano i consumatori ai prodotti locali. Per questo è necessario favorire una nuova consapevolezza e un nuovo rapporto tra gli abitanti dei luoghi e le aziende agricole che vi operano: una reciprocità che la globalizzazione ha di fatto minato negli ultimi decenni. Tale processo non può esserci calato dall’alto, ma deve svilupparsi con la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti, siano essi operatori del settore agricolo o cittadini consumatori. Riteniamo che favorire la concertazione tra le parti rappresentative di interessi, di esperienze e competenze fra associazioni di categoria siano imprescindibili per tracciare linee programmatiche comuni, capaci di stimolare un nuovo sviluppo economico eco-sostenibile in un’area ancora depressa e destrutturata come la nostra. Oggi le aziende agricole locali costituiscono una grande risorsa. La cultura agricola, la valorizzazione dei prodotti tipici e tradizionali, il turismo rurale, la cultura enogastronomica, la sostenibilità e la salvaguardia dell’ambiente sono temi di grande interesse, per cui il ruolo degli operatori diverrà sempre più centrale e fondamentale. Questa Amministrazione è determinata nel sostenerle, e sarà sempre disponibile a patrocinare progetti che possano rendere le nostre realtà agricole protagoniste attive della vita economica di un territorio del tutto complementare ed aperto alle istanze della Valdaniene. La “Notte Verde” e la nostra presenza ad Expo sono passi fondamentali mossi in questa direzione”.
Fattivamente presente all’evento anche il giovane Consigliere Comunale di Tivoli Damiano Leonardi al quale “la colorata e vivace esperienza di Expo ha restituito la dimensione di un territorio che non si arrende, ma che si organizza e si riscatta poiché ricco di storia, natura, prodotti d’eccellenza ed aspetti di valore inestimabile. Un territorio per il cui sviluppo sostenibile e per la cui tutela non resta che battersi, e trovare il coraggio di mettersi in gioco per costruire insieme i giorni che verranno”.
Da segnalare i servizi encomiabilmente resi nell’occasione dal “Consorzio Turistico Tivoli Incoming” per l’aspetto della promozione turistica, e dagli allievi della Sezione Ristorazione di “Tivoli Forma s.r.l.” demandati alla cura delle fasi di presentazione e di degustazione dei prodotti forniti dalle aziende. Memorabile, infine, l’animazione musicale nelle due giornate, grazie alle avvolgenti sonorità della tradizione popolare della Valdaniene proposte da Carlo Gizzi, Marco Cignitti e Giuseppe Fabbi.
I positivi risultati raggiunti ad Expo costituiscono il miglior auspicio per i futuri esiti di collaborazioni ritenute fondamentali per il ruolo che enti, associazioni, produttori e istituzioni scolastiche rivestiranno nello sviluppo turistico, culturale ed economico del territorio.
I nostri antenati ci hanno tramandato “L’Arte della Buona Terra”, e Tivoli, insieme alla X Comunità Montana dell’Aniene, hanno saputo onorarla ad Expo 2015 con le proprie eccellenze e con proposte di ampio respiro, come ben delineate nel progetto “La Via dell’Acqua: Tivoli e la Valle dell’Aniene”.

Sito del Turismo Tivoli
Video della Valle dell'Aniene
Promo della Valle dell'Aniene



Condividi su:


degustazione tivoli forma
degustazione
marmellate
momento istituzionale discorso
momento istituzionale
musicisti expo
musicisti
olio
presentazione prodotti
rollup expo
rollup obiettivi comuni
rollup Tivoli e le valli dell'Aniene
sagra castagna roccagiovine
Tivoli Forma
video la Tivoli che non ti aspetti
video monumenti eventi Tivoli



eventi della manifestazione






icona twittericona instagramicona facebook

#visittivoli

Condividi la bellezza della tua Tivoli:
1. Scatta una foto
2. Pubblicala sul tuo profilo con #visittivoli
3. Aggiorna la Home Page di questo sito

INSTAGRAM



stemma comune di Tivoli

Comune di Tivoli

Assessorato Cultura e Turismo


Città d'arte, storia, cultura e monumenti
Patrimonio Mondiale dell'Umanità - UNESCO logo unesco

Piazza del Governo 1 - 00019 Tivoli (RM) Tel: 07744531
Fax: 0774330675 - PEC: info@pec.comune.tivoli.rm.it
C.F.: 02696630587

Desk Operatori - Privacy Policy - Site map - Sito sviluppato da Comunicando Leader


Progetto finanziato dalla Regione Lazio - Agenzia Regionale del Turismo
logo Regione lazio


icona social twittericona social instagramicona social facebookicona social youtube

w3c logo html5